Home » INVESTIGAZIONI PER PRIVATI » Raccolta prove stalking
Raccolta prove stalking

È considerato stalking la messa in atto di una serie di comportamenti di carattere intimidatorio e molesto continuativi nel tempo, che provocano nella vittima un profondo stato d’ansia e paura fino a farle modificare sostanzialmente le abitudini di vita quotidiane.

Gli atti di stalking possono essere di tipo diverso e vanno dal pedinamento e inseguimento della vittima, alle telefonate minacciose, all’utilizzo di sms, chat e social network per minacciare e/o danneggiare la parte offesa. Le minacce alle volte si rivolgono anche ai familiari o alle persone più vicine, provocando ulteriore ansia nella vittima, a causa alla preoccupazione per i propri cari.

I dati statistici affermano che la maggiorate dei reati di stalking vengono perpetrati in famiglia, nell’ambito della coppia o nelle relazioni di vicinato e di lavoro. Raramente lo stalker è un estraneo per la vittima.

Quando lo stalking diventa reato?

Il comportamento minaccioso e intimidatorio sopra descritto viene definito reato qualora:

  • si protragga in modo continuativo nel tempo e
  • provochi nella vittima un “disequilibrio psicologico” che non le permetta più di condurre una vita normale.

Cosa dice la legge

Il decreto legislativo n. 11/2019 all’art. 612/bis introduce il reato di “atti persecutori” o stalking. Tali atti sono puniti con una detenzione da sei mesi a cinque anni. Vi sono alcune aggravanti di reato che aumentano fino a raddoppiare la pena prevista nei casi in cui:

  • lo stalker sia o sia stato legato dal relazione affettiva con la vittima;
  • la vittima sia una donna in gravidanza, un minore, o una persona affetta da disabilità.

Il reato è punibile quando la persona molestata denuncia la molestia subita, entro sei mesi dal fatto.

Le prove raccolte dall’agenzia investigativa

L’agenzia di investigazioni private parte con le indagini successivamente alla denuncia da parte della vittima e al conferimento di regolare incarico. L’obiettivo è raccogliere prove documentali inconfutabili e legalmente utilizzabili in sede di giudizio delle minacce e molestie subite.

Le prove possono essere registrazioni telefoniche, sms, messaggi sui social network, fotografie, video. Le prove raccolte sono determinanti per provare la colpevolezza dello stalker ed aiutare la vittima a provare il caso in giudizio.

Come usare le prove

DDS Investigazioni è in grado di trovare la soluzione migliore per la raccolta delle prove necessarie alla dimostrazione di questi reati che, nella maggior parte dei casi, avvengono tra le mura domestiche o vengono perpetrati da ex coniugi o ex fidanzati.

Violenze, abusi e stalking sono reati odiosi, che mettono a repentaglio la vita delle vittime e al tempo stesso difficilmente dimostrabili proprio perché perpetrati da parenti o “ex” vicini alla vittima.

Oltre alla raccolta delle prove degli illeciti e alla relazione investigativa, al termine delle indagini  i nostri investigatori rimangono a disposizione con la loro testimonianza in giudizio se ritenuto necessario dal Giudice.

CONTATTACI PER INFORMAZIONI